Morning Star

Raphael e Alina. Simili eppure diversi. Con loro c’è Lilith, il demone che ha promesso a Bejdì di proteggerli. In loro scorre sangue umano e angelico e un potere cantato da un’antica profezia. La ruota sta per compiere la sua ultima volta e la fine del regno di Lucifero è vicina. Ma basteranno i racconti di Lilith e la scoperta della propria natura a comprendere dove si nasconde il male? Perché, a volte, usa strani travestimenti, ed è tanto vicino a noi che non è facile riconoscerne la forma. E mentre Raphael è alle prese con Irene, un’umana che non vede l’ora di mettersi nei guai, Alina si chiede chi si nasconda davvero dietro al volto sfigurato del ragazzo che ha salvato sotto la pioggia violenta che da giorni non dà tregua al paese.

Il Signore Oscuro ha lanciato ancora una volta i dadi. E ora attende, con ghigno ferino, di scoprirne la bizzarra traiettoria.

 

A Sud del paese di San Michele, a pochi chilometri dalla città di Bolzano, si erge un bosco sovrastato dall’alto monte Penegal.

Nascoste tra la sua umida vegetazione, là dove le ombre coprono sentieri antichi, caverne scavate nella roccia aguzza, tormentata dal vento, disegnano un triste e solitario anfiteatro. Si dice che chi vi entri provi all’improvviso un’inspiegabile tristezza, che il suo cuore si riempia di pensieri cupi e ricordi, soffocato da tetri presagi. Il freddo accarezza la pelle e stringe la carne come se lì sotto, in una bara fatta di sasso e muschi, la Morte accogliesse il viandante nella propria dimora.

Neppure il caldo sole dell’estate riesce a sciogliere la maledizione delle caverne di ghiaccio, dove tutto dorme, sospeso in un tempo che ha smesso di scorrere.

Ma i venti del Nord soffiano ora furenti, portando sulle loro ali l’odore della battaglia. Corvi riempiono il cielo, oscurando il giorno alla ricerca della creatura nutrita dalle tenebre.

Protetta nell’oscurità ha atteso, rendendo il suo cuore forte, irrobustendolo con le forze che attraversano la terra.

Nelle mostruose narici finalmente un profumo atteso da secoli, il sangue all’improvviso scaldato dall’amaro sentore della traccia. Un nuovo sapore riempie la bocca mentre gli occhi si spalancano alle prime nebbie dell’alba.

 

 

 

ACQUISTA

 

 

 

CONTATTI

 

T: [+39] 345 678 901

Credit: Crea Identity